La Juventus si aggrappa a Cristiano Ronaldo, nessuno come lui

Siamo oramai pronti ad abbracciare anche questa tredicesima giornata del campionato di Serie A, che giunge a seguito del turno di pausa dovuto ai vari impegni delle Nazionali, soprattutto in virtù delle ultime partite della primissima fase a gironi della Nations League. I riflettori, naturalmente, continueranno ad essere puntati sulla capolista, la Juventus, che ambisce a conquistare per l’ottava volta consecutiva il titolo nazionale. I bianconeri, d’altronde, dopo il clamoroso calciomercato messo a segno nella scorsa estate, si sono consacrati una volta di più come la squadra da battere in questa stagione. Nella faretra dello stratega Allegri, infatti, si è aggiunta una freccia a dir poco letale: quella dell’asso portoghese Cristiano Ronaldo, una vera e propria mina vagante nel campionato italiano.

 

Cristiano RonaldoE dire che l’esordio di Cristiano Ronaldo in Serie A era stato un po’ in sordina, soprattutto nelle prime tre giornate, concluse con zero reti all’attivo. Uno scorcio di tempo minimo, ma sufficiente affinché alcuni detrattori, senza troppa previdenza, bollassero l’attaccante lusitano come un possibile bidone. Un giocatore ormai prossimo alla pensione, giunto a Torino per svernare.

 

Ci è voluta la quarta giornata, per far capire al calcio italiano chi fosse davvero Cristiano Ronaldo. Una doppietta al Sassuolo, le prime fra le tante gioie che sarebbero venute in seguito. Fino alla dodicesima giornata, quella scorsa, vinta in scioltezza contro il Milan, il portoghese è stato protagonista di ben 12 reti bianconere: un parziale durante il quale ha messo insieme ben 8 marcature (l’ultima delle quali rifilata proprio ai rossoneri), servendo, inoltre, 4 assist. Decisiva, in questo senso, la prestazione sfoderata contro il Napoli, grazie alla quale, pur non andando personalmente a segno, Cristiano Ronaldo ha sciorinato calcio palesandosi come il migliore della squadra bianconera. Meno fortunato, invece, il cammino fin qui intrapreso in Champions League, ove il gol, pur splendido, contro il Manchester United, non è stato sufficiente ad evitare la prima sconfitta stagionale della Juventus.

Add Comment