Italia – Inghilterra, vigilia di fuoco: ultimi dubbi e probabili formazioni

Ormai mancano pochissime ore al fischio d’inizio della sfida più importante da tre anni a questa parte per l’ Italia di Roberto Mancini. L’ultimo scatto per la gloria: un solo ostacolo rimasto da superare, l’ Inghilterra di Southgate, per potersi fregiare di nuovo del titolo europeo a 55 anni di distanza dalla prima – nonché unica – volta. Gli Azzurri vogliono trasformare il sogno in realtà, al termine di un cammino rivelatosi assolutamente entusiasmante per i nostri colori: le sfide dei quarti di finale e della semifinale in particolare, rispettivamente contro Belgio e Spagna, ci hanno fatto credere che tutto fosse davvero possibile.

 

Roberto Mancini ItaliaUna partita che, già da diversi giorni, si è accesa delle polemiche più variegate, prevalentemente per i nostri avversari: a molti non è andato giù che l’ Inghilterra abbia disputato – finale inclusa – 6 gare su 7 entro i confini nazionali nonostante la formula itinerante del torneo (formula, peraltro, bocciata dallo stesso Ceferin nelle scorse ore). Ancor meno gradito, è stato il generoso rigore con il quale la formazione britannica ha steso la Danimarca in semifinale, che ha destato forti critiche soprattutto nei confronti del VAR.

 

L’ Italia approccia a questa finalissima con qualche scoria: dopo un girone condotto brillantemente, gli Azzurri hanno sofferto parecchio contro Austria, Belgio e Spagna, e sono stati costretti ad affrontare per due volte i tempi supplementari e per una i calci di rigore. Roberto Mancini dovrà quindi essere bravo a far sì che i suoi ragazzi possano affrontare questo impegno nelle migliori condizioni fisiche possibile. Pochi i dubbi di formazione: nonostante le due insufficienze consecutive, Immobile dovrebbe essere confermato al centro dell’attacco. In difesa, anche Di Lorenzo va verso la conferma: Florenzi è recuperato, e potrebbe entrare a gara in corso, ma a questo punto è difficile che il CT rinunci all’esterno del Napoli. Blocchi confermati anche per Southgate, con la filosofia “squadra che vince non si cambia”.

 

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Emerson Palmieri; Barella, Jorginho, Verratti; Chiesa, Immobile, Insigne. Allenatore: Mancini.

INGHILTERRA (4-2-3-1): Pickford; Walker, Stones, Maguire, Shaw; Phillips, Rice; Saka, Mount, Sterling; Kane. Allenatore: Southgate.

Add Comment