Italia, buono il girone di qualificazione per gli Europei 2020

Quando ci avviciniamo alla conclusione dell’anno, e dunque al giro di boa di questa stagione calcistica, inevitabilmente comincia a crescere anche una certa curiosità circa la prossima grande competizione che vedrà impegnate le varie selezioni nazionali. Grandi aspettative, in particolare, ricadono sulla nostra Italia, specialmente dopo la clamorosa mancata qualificazione ai campionati mondiali di Russia 2018. In questo senso, Euro 2020, un torneo speciale e che per la prima volta verrà disputato lungo l’intero continente, diverrà un’occasione di riscatto per la selezione azzurra, che già durante la manifestazione francese del 2016 riuscì a far bene, senza tuttavia riuscire a trovare la sperata affermazione.

 

Roberto Mancini ItaliaPrima di tutto, però, l’ Italia dovrà arrivarci a Euro 2020: e, per l’occasione, una mano tesa giunge dallo stesso girone di qualificazione, sulla carta non troppo ostico per gli uomini guidati da Roberto Mancini. Il gruppo J, l’ultimo fra gli otto, oltre agli azzurri prevede una serie di nazionali apparentemente abbordabili: Bosnia ed Erzegovina, Finlandia, Grecia, Armenia e Liechtenstein.

 

Certamente, fra questo novero la selezione che sembra in grado di procurare i maggiori grattacapi agli azzurri è la Bosnia ed Erzegovina, nella quale peraltro i due giocatori più rappresentativi militano nella nostra Serie A: l’attaccante della Roma Edin Dzeko, capitano di questa nazionale, ed il centrocampista della Juventus Miralem Pjanic.

 

Le altre avversarie dell’ Italia non sembrano essere su quel livello, benché nessun impegno sarà da sottovalutare. La Grecia, naturalmente, non è più la stessa squadra che, nel lontano 2004, in terra portoghese, riuscì a stupire tutti gli addetti ai lavori conquistando il titolo europeo. E, tuttavia, anche in questo caso bisognerà fare attenzione ad alcuni elementi piuttosto noti, soprattutto in difesa: Papastathopoulos, da anni colonna dell’Arsenal, il romanista Manolas, e il portiere napoletano Karnezis. Più semplice la sfida di esordio, che avrà luogo il prossimo 23 marzo contro la Finlandia.

Add Comment