Inter a valanga con triplo Lautaro: è l’anno del Toro?

Contro un Crotone più ostico del previsto è bastato un Lautaro Martinez da favola, per consentire all’ Inter di prendersi i primi 3 punti del 2021 e lanciare un messaggio chiaro in ottica Scudetto. I nerazzurri ci sono, e nonostante l’infortunio di Lukaku (che verrà valutato nelle prossime ore) possono adesso contare sull’ormai rinato attaccante argentino. E chissà che il nuovo anno non possa essere proprio quello del Toro, dopo un 2020 in cui l’armata di Conte si è fermata proprio a un passo dalla consacrazione: stroncata nella semifinale di Coppa Italia, sconfitta nella finale di Europa League, e infine seconda in Serie A. Adesso l’ Inter è chiamata al definitivo salto di qualità, la prova della maturazione: il 6 – 2 inflitto ai calabresi dovrà essere per forza di cose seguito da altri successi e prove convincenti.

 

Antonio Conte InterPomeriggio che non inizia nel migliore dei modi per l’ Inter, trafitti dopo 12 minuti da Zanellato su assist del sempre più sorprendente Messias. All’altezza della mezz’ora, i nerazzurri hanno già ribaltato la situazione, con Lautaro Martinez e uno sfortunato autogol di Marrone, prima di venire nuovamente raggiunti da un calcio di rigore di Golemiz. Nella ripresa, un vero e proprio uragano si abbatte sui pitagorici, ormai incapaci di contenere lo strapotere dell’ Inter e di Lautaro in particolare. È proprio l’argentino, al 57°, a dare il via al festival nerazzurro grazie al timbro che sigilla il definitivo sorpasso. Al 64° è la volta di Lukaku, che pochi minuti più tardi lascerà il campo per un lieve fastidio. Al 78° Lautaro decide di portarsi il pallone a casa firmando la tripletta personale, prima di lasciare gli ultimi riflettori ad Hakimi (al quinto gol stagionale) per il conclusivo 6 – 2. Handanovic e compagni salgono dunque al primo posto in classifica, in attesa che nel tardo pomeriggio il Milan scenda in campo a Benevento.

Add Comment