Inter di rimonta, a Cagliari ecco la “cura” Champions

Serviva una vittoria all’ Inter per smaltire la cocente delusione per la prematura eliminazione dalla Champions League, e, pur fra moltissime difficoltà, la missione per la compagine nerazzurra è stata compiuta. A Cagliari Conte sorprende tutti e schiera Eriksen titolare, ma pur dominando la sua squadra va sotto e rischia seriamente il crollo. Solo nel finale, quando tutto sembrava impossibile, si realizza una rimonta che regala all’ Inter i 3 punti, rinsaldando le ambizioni scudettate di una formazione che, da qui a fine stagione, avrà almeno il vantaggio di doversi concentrare su una sola competizione.

 

Antonio Conte InterCome detto sono i nerazzurri a fare la partita, e ciononostante al fischio che sancisce la fine del primo tempo è il Cagliari a essere avanti. Al 42° infatti Sottil firma il gol del vantaggio con una bella conclusione al volo de posizione defilata, che si infila sul palo lontano beffando un incolpevole Handanovic. Nel recupero i sardi vanno addirittura vicini al raddoppio: Zappa crossa bene per Pavoletti, l’attaccante è smarcato davanti alla porta ma incredibilmente tira fuori.

 

L’ Inter non ci sta, Conte mette in atto una girandola di sostituzioni e un cambio di modulo (togliendo dal campo anche Eriksen, bocciato per l’ennesima volta), e nell’ultimo quarto d’ora di gara lancia l’assalto che vale una clamorosa vittoria. Al 77° il pareggio porta la firma del grande ex: dagli sviluppi di un corner la sfera finisce sui piedi di Barella, che calcia al volo di grande potenza trovando il gol dell’ 1 – 1. L’ Inter recupera entusiasmo e all’84° trova il sorpasso grazie al “solito” D’Ambrosio: il difensore, che già in passato ha messo a segno delle reti pesantissime, impatta bene di testa un gran cross di Barella, battendo Crragno. All’89° il Cagliari getta alle ortiche il pareggio con Cerri, e allora subentra la legge del “gol fallito, gol subito”: in pieno recupero è infatti Lukaku a mettere dentro l’ 1 – 3 in contropiede, chiudendo definitivamente le ostilità.

Add Comment