Inter oltre Mourinho, nerazzurri in semifinale di Coppa

È l’ Inter la prima squadra a staccare il pass per le semifinali di Coppa Italia. Alla corte dell’ex Mourinho, dinanzi a un San Siro accesosi per sostenere i propri beniamini, i nerazzurri superano in scioltezza la Roma con un inequivocabile 2 – 0 e rimangono in corsa in tutte le competizioni. Troppo fiacca l’offensiva giallorossa per riuscire a impensierire seriamente la roccaforte di casa, anche quando Bastoni è costretto a lasciare il campo per un infortunio che sarà valutato nelle prossime ore. Il rischio è che Simone Inzaghi debba rinunciare al suo contributo anche nella delicatissima sfida di andata degli ottavi di Champions contro il Liverpool.

 

Ivan Perisic Inter Bayern Monaco CroaziaTenendo fede alla serietà dell’impegno, Mourinho prova a compensare il coefficiente di difficoltà schierando in campo il miglior undici possibile. Pellegrini, non ancora al meglio, parte dalla panchina. Per il resto, spazio ai titolarissimi: Zaniolo scorrazza dalle parti di Abraham, mentre Mkhitaryan, Veretout e il neo acquisto Oliveira presiedono la mediana. Qualche cambio invece nelle rotazioni dell’ Inter, che propone dal primo minuto D’Ambrosio, Darmian, Vidal e Sanchez, ma non Dimarco: Inzaghi gli preferisce Perisic e i fatti gli danno ragione, perché proprio da un assist del croato nascerà il vantaggio di Dzeko dopo appena due minuti.

 

La propulsione nerazzurra stordisce l’assetto romanista, che rischia di capitolare già al 5° con una micidiale bordata da fuori di Barella: il gran destro del mediano si stampa sulla traversa, facendo tremare la porta di Patricio. La reazione giallorossa è affidata esclusivamente alla verve di Zaniolo, che a tu per tu con Handanovic si divora l’occasione più nitida della partita per i capitolini. Nella ripresa, è comunque l’ Inter a tenere in mano le redini della gara: sventata una conclusione velenosa di Oliveira, i nerazzurri dapprima sfiorano il raddoppio ancora con Barella, per poi trovarlo con Sanchez. Da sottolineare il gran gesto balistico del cileno, che trova l’angolino con un destro al fulmicotone dalla distanza per il 2 – 0 che vale la semifinale.

Add Comment