Inter, ennesimo colpaccio: Arturo Vidal ormai in arrivo

Se è vero che la Juventus, in questa sessione estiva di calciomercato, con il clamoroso arrivo di Cristiano Ronaldo si è eretta a regina, allora l’ Inter merita quantomeno l’appellativo di principessa. Il club nerazzurro, infatti, è stato fino a questo momento protagonista, con alcuni botti anche clamorosi già messi a segno. Una campagna principesca per la banda di Spalletti, che da par suo ha potuto abbracciare una serie di rinforzi di livello assoluto: Radja Nainggolan è stato prelevato dalla Roma per appena 24 milioni di euro, più un paio di contropartite tecniche. Lautaro Martinez e Politano affiancheranno capitan Icardi in attacco, mentre con De Vrij e Asamoah, che andranno a puntellare il reparto arretrato, è stato compiuto un vero e proprio capolavoro, considerando che sono stati prelevati rispettivamente da Lazio e Juventus a parametro zero. Ma non è finita qui: se, infatti, nei giorni scorsi l’ Inter si è accaparrata anche il vicecampione del mondo Sime Vrsaljko, adesso sembra essere giunto il tempo di Arturo Vidal.

 

Arturo VidalArturo Vidal è oramai ad un passo dall’ Inter, con il club nerazzurro che ha trovato l’intesa sia con il Bayern Monaco che con il centrocampista cileno. Si parla, anche in questo caso, di un affare strepitoso dal punto di vista economico: prestito oneroso con riscatto fissato a circa 23 milioni di euro, più un triennale da circa 4,5 milioni di euro.

 

L’ Inter, per la verità, nei giorni scorsi avrebbe provato un ragionamento di massima per mettere a segno un ultimo incredibile colpo, un sogno chiamato Luka Modric. Le difficoltà nel portare a compimento l’operazione, sia per le cifre richieste dal Real Madrid (che, nonostante i 33 anni del capitano croato, vorrebbe almeno 50 milioni di euro) che da quelle del giocatore (11 milioni di euro a stagione), avrebbero convinto i nerazzurri a puntare definitivamente su Vidal. A questo punto, però, ci sarà la necessità di vendere per far cassa: Joao Mario e uno tra Vecino e Gagliardini, presumibilmente, dovranno andar via.

Add Comment