Insigne, sarà addio? Offerta irrinunciabile dal Canada

Se l’inizio del campionato aveva delineato una possibile stagione da sogno per i tifosi del Napoli, la fase conclusiva del 2021 si è invece rivelata avara di soddisfazioni e, per certi versi, anche decostruttiva. Complici i numerosi infortuni e le varie positività al covid, Luciano Spalletti ha perduto molti degli elementi a sua disposizione e, in virtù dell’imminente Coppa d’Africa, potrebbe essere costretto a rinunciare a Osimhen, Koulibaly, Anguissa e Ounas per almeno un altro mese. E dopo aver visto sfuggire anche la vetta della classifica (scavalcato da Inter e Milan, rispettivamente a +7 e +3), il Napoli sembra addirittura pronto a salutare il suo capitano: Lorenzo Insigne sarebbe a un passo dall’addio.

 

insigne NapoliNei giorni scorsi è infatti piombata come un fulmine a ciel sereno l’offerta del Toronto, desideroso di mettere al centro del proprio progetto un altro talentuoso attaccante italiano dopo gli anni fortunati di Sebastian Giovinco. I rapporti tra Insigne e De Laurentiis, com’è noto da tempo, sono ai minimi storici: il capitano azzurro è in scadenza di contratto, e da parte della società partenopea non è mai pervenuta una effettiva proposta di rinnovo. Perlomeno, non alle cifre ritenute adeguate dal giocatore, che verosimilmente dovrebbe accettare una rimodulazione al ribasso di quanto percepito attualmente, anziché un aumento come invece richiesto da tempo dal suo procuratore.

 

Le voci di un possibile addio di Insigne si rincorrevano già da alcuni mesi, e la vittoria – da protagonista – al Campionato Europeo non ha fatto che allargare il divario tra la sua posizione e quella del Napoli. In questo scenario, sarebbe davvero difficile respingere l’offerta canadese: stando a quanto riportato dai vari organi di stampa, il Toronto sarebbe disposto a offrire un quinquennale da circa 11 milioni lordi a stagione, più vari bonus legati al raggiungimento di eventuali obiettivi. Insigne dovrebbe dare la propria risposta entro gli inizi di gennaio. Se addio sarà, si concretizzerà poi a giugno a parametro zero.

Add Comment