Immobile pigliatutto: capocannoniere, Scarpa d’oro e… record?

Per la Lazio il sogno Scudetto è sfumato definitivamente qualche giorno fa, quando la Juventus ha conquistato aritmeticamente il titolo battendo la Sampdoria per 2 – 0 nel posticipo della trentaseiesima giornata di Serie A. Un obiettivo accarezzato a lungo durante i delicati mesi del lockdown, ma infrantosi alla ripresa del campionato a causa delle numerose sconfitte inanellate in poche settimane. I biancocelesti possono comunque dirsi soddisfatti: il piazzamento per la prossima edizione della Champions League è infatti certo, e gli uomini di Simone Inzaghi possono ancora ambire a un difficile ma comunque possibile secondo posto. Soprattutto, però, la Lazio sta spingendo il più possibile il suo bomber di razza, quel Ciro Immobile che in questa stagione sta infrangendo qualsiasi record.

 

Immobile lazioImmobile è reduce da un’annata a dir poco straordinaria, per distacco la più prolifica della sua intera carriera. Fino a questo momento, la punta di Torre Annunziata ha messo a segno ben 35 marcature, ipotecando due ambiti premi individuali: il titolo di capocannoniere della Serie A, che Immobile ha già conseguito per due volte in passato, e soprattutto la Scarpa d’Oro, avendo ormai staccato definitivamente sia Robert Lewandowski (che in Germania si è fermato a quota 34) che Cristiano Ronaldo. L’attaccante laziale sarebbe il terzo giocatore di nazionalità italiana a far suo questo riconoscimento, dopo Luca Toni (2005-2006) e Francesco Totti (2006-2007).

 

Incredibilmente, però, Ciro Immobile sarebbe in corsa per entrare ancora di più nella storia, e adesso ha nel mirino anche un altro primato: quello di più marcature per una singola stagione di Serie A, che attualmente è detenuto da Gonzalo Higuain. Il Pipita, nel 2015-2016, mise a segno ben 36 marcature con la casacca del Napoli. E proprio nel capoluogo campano, che peraltro gli ha anche dato i natali, Immobile potrebbe conquistare questo incredibile record. Servirebbe un gol per raggiungere Higuain, e due per superarlo. Un’impresa che sembra alla portata del numero 17 della Lazio.

Add Comment