Icardi e Dzeko, prende quota il clamoroso scambio?

La sessione estiva di calciomercato proseguirà ancora fino alla fine di questo mese di agosto, allorché, finalmente, verranno scritti gli ultimi capitoli di alcune delle telenovele più seguite e più chiacchierate di questo frangente. Fra queste, rimangono ancora aperte le situazioni relative agli attaccanti, e che vedono coinvolti alcuni fra i nomi più blasonati del campionato di Serie A: Paulo Dybala, Gonzalo Higuain, Edin Dzeko e Mauro Icardi. Intrecci su intrecci, che possono prendere anche delle derive a dir poco impensabili fino a qualche tempo fa. E, clamorosamente, sull’asse Milano – Roma, ha cominciato a prendere quota l’ipotesi di uno scambio incredibile.

 

Inter IcardiEdin Dzeko all’ Inter, Mauro Icardi alla Roma. Questa l’ultima bomba di mercato lanciata dagli organi di informazione vicini alle due società, secondo i quali lo spiraglio apertosi sarebbe ora sempre più largo e sempre più concreto. La società nerazzurra già da diverse settimane sta corteggiando strettamente l’ariete bosniaco, le cui qualità tecniche, tattiche e mentali ingolosiscono Antonio Conte. I giallorossi, tuttavia, non si smuovono dalle loro richieste di 20 milioni di euro. A meno che nella trattativa non venga inserito proprio Mauro Icardi.

 

L’ex capitano dell’ Inter è ormai in rotta con la dirigenza milanese, e finora aveva sempre resistito alle tentazioni del Napoli e della Roma. La punta argentina infatti preferirebbe un trasferimento alla Juventus, sia per il blasone del club bianconero, sia per la possibilità di giocare in Champions League di fianco a giocatori del calibro di Cristiano Ronaldo. Le difficoltà della Vecchia Signora nel piazzare i vari esuberi, tuttavia, stanno seriamente arenando quel percorso, e Icardi adesso avrebbe aperto ad un ipotetico approdo nella capitale. Le società, da par loro, sarebbero anche d’accordo sulla base di uno scambio più un conguaglio economico (per una cifra compresa fra i 30 e i 40 milioni di euro) in favore dei nerazzurri. I prossimi giorni, probabilmente, saranno decisivi.

Add Comment