Formula 1, a Monaco l’impresa di Ricciardo: Vettel secondo, Hamilton terzo

Se in questo campionato mondiale di Formula 1, che fino a questo momento ha vissuto appena sei capitoli sui ventuno previsti, abbiamo assistito piuttosto spesso a podi omogenei e doppiette abbastanza telefonate, il gran premio di Monaco, inevitabilmente, ci ha regalato una classifica decisamente più variegata e variopinta. Merito, principalmente, della straordinaria prestazione di Daniel Ricciardo, che già nelle prove libere e in qualifica aveva dato l’impressione di versare in una condizione estremamente brillante. Il pilota di Red Bull, così, ha terminato la corsa esattamente come l’aveva iniziata, rimanendo davanti a tutti, compresi i due che al momento guidano la classifica generale: Vettel ed Hamilton.

 

Vettel Ferrari Formula 1Effettivamente, a Monte Carlo, Vettel ed Hamilton sono stati costretti ad accontentarsi rispettivamente del secondo e del terzo posto. Un risultato comunque soddisfacente, per il corridore teutonico della Ferrari: chiudere davanti al britannico, in questo momento, rappresenta di per sé un’impresa piuttosto lodevole, oltre che utile circa la volata per il mondiale. In questo senso, con il secondo posto conquistato oggi, giunto come acqua nel deserto dopo gli ultimi tre deludenti gran premi, permette a Vettel di accorciare quantomeno le distanze rispetto a Hamilton.

 

E se, immediatamente fuori da un podio così colorito, si ritrovano inevitabilmente Raikkonen e Bottas, che hanno chiuso rispettivamente in quarta e in quinta posizione, ben più deludente è stata la prova dell’altro pilota di Red Bull, Max Verstappen. Mondiale di Formula 1 a intermittenza, fin qui, per l’olandese: poche gioie, tanti errori, ed un sesto posto nella generale ben distante dai punteggi fatti registrare dai corridori di vertice.

 

Hamilton, così, continua a guidare la classifica piloti del mondiale di Formula 1 con 110 punti, seguito a ruota da Vettel, 96 punti, e da Ricciardo, che con la vittoria di oggi guadagna il terzo posto e sale a 72 punti. Quarto Bottas (68 punti), quinto Raikkonen (60 punti). Nella classifica costruttori, Mercedes mantiene il primato con 178 punti, ma vede accorciarsi il proprio vantaggio rispetto alla Ferrari, a quota 156. Segue Red Bull, con 107 lunghezze.

Add Comment