Europa League, Inter e Napoli al ritorno degli ottavi

Dopo la Champions League, tra poche ore, farà finalmente ritorno anche l’Europa League, con le partite di ritorno degli ottavi di finale. Nella competizione sono rimaste ancora due squadre italiane, che sperano in tutti i modi di riuscire a compiere l’impresa: in fin dei conti, considerando che sia l’ Inter che il Napoli, al culmine di un cammino analogo, hanno poco a poco visto sfumare tutti i vari obiettivi prefissati in estate, la possibile conquista dell’Europa League si trasforma in una specie di obbligo, per riuscire a dare un senso ad una stagione altrimenti fallimentare.

 

Inter IcardiTuttavia, in occasione di queste partite di ritorno degli ottavi di finale di Europa League, l’ Inter e il Napoli si trovano dinanzi a delle situazioni diametralmente opposte, in termini di difficoltà. Per la squadra nerazzurra, il compito diventa estremamente ostico, soprattutto in virtù delle tante assenze e dello scialbo 0 – 0 rimediato la scorsa settimana in terra teutonica. L’Eintracht di Francoforte è squadra solida e compatta, ed una rosa falcidiata dovrà tirare fuori il massimo e forse ancor di più, per sperare di staccare il pass per i quarti.

 

Fra le mura amiche del Giuseppe Meazza di San Siro, Luciano Spalletti dovrà rinunciare a praticamente metà della rosa: quando tiene ancora banco la questione Icardi, infatti, non ci saranno neppure gli squalificati Lautaro Martinez e Asamoah, gli infortunati Vrsaljko, Nainggolan e Miranda, e anche Brozovic, acciaccato, potrebbe essere costretto a dare forfait. Senza contare che Dalbert, Joao Mario e Gagliardini, non essendo stati inseriti nella lista per l’Europa League, non potranno essere regolarmente schierati in campo. Una situazione, insomma, molto problematica per l’ Inter.

 

Qualche problema lo avrà anche Ancelotti, date le squalifiche di Koulibaly e Maksimovic, oltre all’infortunio di Albiol. Pur senza la difesa titolare, tuttavia, il Napoli, forte del 3 – 0 confezionato all’andata contro il modesto Salisburgo, non dovrebbe avere particolari problemi a garantirsi l’accesso alla fase successiva.

Add Comment