La dura legge dell’ex, la Juventus piega anche la Roma

Siamo quasi giunti al giro di boa di questo campionato, e dopo una prima fase di assestamento, pare oramai in via di definizione l’inerzia circa quella che, con ogni probabilità, sarà la sfida di vertice per la conquista della Scudetto: Juventus e Napoli, infatti, stanno iniziando a creare un distacco dalle altre inseguitrici, facendo valere i propri status di superiorità nei confronti delle altre. La Vecchia Signora, in particolare, somiglia sempre di più al classico cliente da storiella da bar, che con assoluta nochalance chiede al proprietario “il solito, grazie”.

 

Juventus StadiumIn questo senso, fa quasi specie la forza con la quale la Juventus, dopo la brutta sconfitta patita in campionato contro la Sampdoria, e ancor prima dopo la caduta fra le mura amiche dello Stadium per mano della Lazio, sia riuscita a scuotersi, e a emergere con una prepotenza temibile. L’ultima vittima, nondimeno, è stata la Roma, giunta nel capoluogo piemontese sì con la miglior difesa del torneo, ma anche con qualche scoria piuttosto preoccupante, vedasi la sconfitta di Coppa Italia contro il Torino.

 

Ma ancor più doloroso, se possibile, per i tifosi giallorossi è stato il tradimento degli ex: dal portiere Szczesny, provvidenziale sul finale a ipnotizzare un impalpabile Schick, a Pjanic, implacabile geometra che ha intessuto il gioco della Juventus, fino al difensore Benatia, riscopertosi bomber per l’occasione, e autore della marcatura che ha deciso l’incontro.

 

La Juventus, tra campionato, Coppa Italia e Champions League, inanella peraltro l’ottava partita consecutiva con la porta imbattuta: nel parziale, né Buffon, né tantomeno Szczesny, sono stati perforati dagli avversari. L’ennesima vittoria di Massimiliano Allegri, grande stratega che, trovata l’amalgama dopo l’ennesimo stravolgimento di mercato dei bianconeri, lancia adesso l’inseguimento al Napoli, distante appena 1 punto. Mentre Di Francesco, di contro, raccoglie i cocci di un momento in cui la Roma ha cominciato a palesare alcuni limiti che dovranno essere necessariamente superati per non perdere la scia rispetto alle prime.

Add Comment