Disfatta Argentina, Messi saluta anzitempo il Mondiale?

Non si può certo dire che Russia 2018, fino a questo momento, non sia stato un campionato mondiale ricco di sorprese. Effettivamente, come abbiamo avuto modo di vedere durante la prima tornata di match della fase a gironi, diversi risultati a sorpresa avevano posto numerosi dubbi circa il prosieguo delle cosiddette big. Dalla clamorosa sconfitta della Germania contro il Messico, al mediocre pareggio del Brasile. Ma, soprattutto, l’ Argentina vicecampionessa in carica, l’ Argentina del cinque volte Pallone d’Oro Leo Messi. E che, dopo due gare, si ritrova adesso ad un passo da un’incredibile eliminazione.

 

Argentina MessiChe la Croazia fosse una squadra molto ostica da affrontare, infarcita di giocatori di grande qualità, e soprattutto ben organizzata nel gioco, era cosa ben risaputa. Ma che l’ Argentina, al contrario, non fosse in grado di esprimere neanche una parvenza di canovaccio offensivo, con Messi soltanto l’ombra del grande campione che fu, era un qualcosa che difficilmente si poteva pronosticare a questi livelli.

 

E così, dopo aver sbattuto sul muro innalzato dall’Islanda, capace persino di neutralizzare un calcio di rigore al fenomeno del Barcellona, gli uomini di Sampaoli finiscono per essere sgretolati da una Croazia capace di andare al di là di ogni previsione, e che, a questo punto, potrebbe addirittura candidarsi come una delle possibili pretendenti al titolo.

 

Un 3 – 0, quello confezionato da Mandzukic e compagni, che ben descrive l’inerzia di una partita tenuta in pugno dall’inizio alla fine per la Croazia, e che l’ Argentina non è riuscita a mettere in discussione neppure con l’ingresso in campo di Higuain e Dybala. E anzi, con il progressivo eclissarsi del fantasma di Messi, i rossocrociati a lungo andare diventano praticamente incontenibili, dilagando nel secondo tempo.

 

Dapprima ci ha pensato Rebic, una delle tante conoscenze del calcio italiano, a punire uno scellerato rilancio di Caballero con un bel destro al volo. Nel finale, ecco i colpi dei campionissimi del centrocampo: capitan Modric mette il punto esclamativo con un gran tiro da fuori, Rakitic firma l’umiliazione in contropiede. Croazia agli ottavi, Argentina quasi fuori.

Add Comment