de Ligt – Bayern, è fatta: alla Juventus 70 milioni più bonus

E alla fine arrivò la fumata bianca. Il Bayern Monaco e la Juventus sono ormai giunti a un’intesa per quella che è stata una delle trattative più chiacchierate dell’estate calcistica. A partire dalla prossima stagione, Matthijs de Ligt vestirà la casacca del club bavarese, salutando la Serie A dopo appena tre anni. Prelevato dall’Ajax per una cifra monstre con l’intenzione di renderlo il nuovo pilastro della difesa bianconera, l’ex capitano dei lancieri ha faticato a imporsi durante la sua esperienza italiana. Luci e ombre di un giocatore dalle qualità indubbie, che a Torino ha avuto la sfortuna di rinfoltire una squadra in evidente declino, incapace di prolungare ulteriormente un ciclo di vittorie durato ben 10 anni. Non più convinto del progetto tecnico, è stato lo stesso de Ligt, tramite la sua procuratrice, a chiedere a gran voce la cessione.

 

de Ligt Juventus OlandaLa trattativa è decollata nel giro di pochi giorni. Defilatosi il Chelsea, frattanto piombato su Koulibaly, il Bayern Monaco ha di fatto avuto strada spianata per corteggiare il suo futuro pupillo. Dopo aver rigettato una prima proposta avanzata da Salihamidzic, la Juventus ha in seguito aperto a un accordo per una cifra non troppo distante a quella della clausola rescissoria, o perlomeno vicina a quella spesa nell’estate del 2019 per strappare de Ligt dall’Ajax. Ceduto Robert Lewandowski, il club bavarese ha potuto migliorare la propria offerta, spingendosi fino a un totale di 80 milioni di euro (ripartiti fra 70 cash e 10 di bonus). Al giocatore, invece, un ricco contratto quinquennale.

 

A quel punto, la Vecchia Signora non ha più potuto rifiutare: i bianconeri hanno fretta di sbloccare il proprio mercato, visto che il tempo avanza, e l’inizio della nuova stagione, anticipata dai mondiali qatarioti, è sempre più vicino. E con il sacrificio di de Ligt, la Juventus potrà adesso disporre delle risorse economiche per completare la squadra: presto potrebbe essere lanciato l’assalto definitivo a Zaniolo, che da giorni preme per un trasferimento a Torino. Ma resta anche il nodo difesa: considerando anche l’addio di Chiellini, la dirigenza bianconera dovrà individuare almeno un centrale di livello internazionale, se non due. Sfumato Koulibaly, e con Bremer sempre più vicino all’ Inter, il primo nome sulla lista è quello di Pau Torres. Trattare con il Villarreal, però, non sarà semplice.

Add Comment