Conte – Chelsea, aria di divorzio… ma solo a giugno

È oramai praticamente giunto agli sgoccioli il matrimonio tra il Chelsea e Antonio Conte, evento a dir poco impronosticabile soltanto alcuni mesi fa. Una storia fugace, e che, in realtà, non ha mai conosciuto un idillio perfetto.

 

Antonio ConteAntonio Conte è giunto sulla panchina del Chelsea solamente nell’estate del 2016, dopo lo sfortunato Europeo di Francia 2016: l’ Italia, guidata proprio dall’allenatore italiano, venne eliminata ai calci di rigore dalla Germania campione del mondo, dopo un cammino a dir poco strabiliante.

 

Fortemente voluto da Roman Abramovic, la prima stagione inglese, per Antonio Conte, è stata entusiasmante: un campionato a dir poco dominato, e conquistato con un grande vantaggio sulle varie inseguitrici. Un trionfo che ha dato continuità a quello, clamoroso, di Claudio Ranieri e del suo Leicester, soltanto un anno prima.

 

Tuttavia, le prime incrinature tra il club e l’ex commissario tecnico azzurro sono giunte proprio all’indomani di quella vittoria. Il tasto più dolente, inevitabilmente, è stato il mercato: come già successo durante gli anni alla Juventus, Conte è entrato in collisione con la propria dirigenza, evidentemente deluso da un mercato che non lo ha soddisfatto appieno.

 

Una questione che Conte non ha mancato di rimarcare, più di una volta, nel corso delle varie interviste, per l’irritazione di Abramovic e della sua cricca, che invece stanno tentando di investire su altri fronti, come stadio e infrastrutture. Il mancato arrivo di Edin Dzeko nella sessione invernale da poco conclusasi, trattativa fortemente caldeggiata dall’allenatore e sfumata in extremis, è stata soltanto la più classica ciliegina sulla torta.

 

Un nervosismo tradottosi anche sul campo, con risultati a dir poco disastrosi: il Chelsea nelle ultime due gare è stato umiliato dalle modeste Bournemouth e Watford (rispettivamente 0-3 e 1-4), in classifica di Premier League è quarto a ben 19 punti dalla vetta. E l’addio pare essere una semplice formalità, che a quanto pare verrà espletata soltanto a fine stagione.

Add Comment