Confederations Cup, Germania zarina in terra russa

La Germania ha vinto la Confederations Cup. La fortissima nazionale teutonica, strafavorita alla vigilia per il trionfo che fa da antipasto al campionato mondiale, è riuscita ad inserire nel proprio palmarès anche quel titolo che ancora le mancava. Un’impresa in qualche modo annunciata, dal momento che i tedeschi, già detentori del titolo iridato, oltre che campioni europei nella categoria Under 21 (vista la competizione di categoria vinta qualche giorno fa ai danni della Spagna), erano considerati dagli addetti ai lavori come i candidati più probabili per questa affermazione in terra russa.

 

Confederations CupNulla da fare per la generazione d’oro del Cile, che pur vantando due titoli consecutivi di Copa America, è stata costretta a piegarsi dinanzi alla solidità dei campioni mondiali della Germania. Un rimpianto, quello dei sudamericani, alimentato ulteriormente da due argomenti principali: il fatto di essere stati gli unici nell’arco di tutto il torneo, in primis, ad essere riusciti a fermare i teutonici in una singola sfida. Accadde lo scorso 22 giugno, allorché, nel girone di qualificazione, Cile e Germania finirono il loro match sul risultato di 1 – 1.

 

In secundis, il gol della vittoria nella finale di Confederations Cup è avvenuto proprio a causa di una goffa topica dei giocatori sudamericani. È il 20° minuto del primo tempo: Marcelo Diaz si fida troppo delle proprie capacità nel disimpegno e perde un pallone sanguinoso al ridosso dell’area, Werner fa uscire il portiere Claudio Bravo e serve lo smarcatissimo Stindl, che non deve far altro che insaccare nella rete sguarnita.

 

Per l’estremo difensore cileno, giusto la soddisfazione del premio come miglior portiere della competizione. Fra gli altri titoli accessori, Julian Draxler è stato eletto come miglior giocatore del torneo, Mentre Timo Werner ha vinto la Scarpa d’Oro in qualità di miglior marcatore.

 

L’ultima sfida della Germania, adesso, sarà quella di spezzare anche la maledizione: mai nessuna nazionale vincitrice della Confederations Cup, infatti, è riuscita a vincere anche il successivo titolo mondiale. L’anno prossimo, i tedeschi potrebbero realizzare anche questa impresa.

Add Comment