Champions League, sarà finale british: il Chelsea supera i Galacticos

Per la terza volta nella storia, la seconda se si prendono in considerazione soltanto le ultime due edizioni, la finale di Champions League proporrà un derby inglese. Il calcio britannico, in forte ascesa da qualche anno, sembra aver ormai soppresso quello spagnolo, che nelle scorse campagne europee era stato degnamente rappresentato da Real Madrid, Barcellona, Atletico Madrid e Siviglia. Curiosamente, anche la finale di Europa League potrebbe essere disputata tra due formazioni inglesi, ossia il Manchester United (che ha ormai ipotecato il pass per Danzica) e l’Arsenal.

 

Champions LeagueAncor più curioso che l’ultimo atto dell’edizione corrente della Champions League vedrà come protagoniste due squadre che si sono già affrontate nella semifinale della FA Cup: ad aprile la vittoria ha arriso al Chelsea, capace di imporsi grazie a un gol di Ziyech al 55°. Chiaro, però, che adesso assisteremo a tutt’altra contesa: il Manchester City, peraltro alla prima finale di Champions della sua storia, cercherà di far valere sul campo i gradi da favorita che l’hanno accompagnata per quasi tutta la competizione.

 

L’avanzata dei blues non si ferma neanche davanti alla storia trionfale dei galacticos: il Real Madrid, dopo l’1 – 1 del Bernabeu, era costretto a far gol per riagganciare il treno che gli avrebbe garantito un biglietto per Istanbul. A Londra, però, il Chelsea sembra ancora più solido nelle proprie certezze. Gli uomini di Tuchel sentono l’obiettivo alla portata, e fin dagli inizi della gara fanno di tutto per chiudere i conti. Dopo un gol annullato e una traversa, arriva il meritato vantaggio con Timo Werner: l’attaccante tedesco è bravo a battere con un’incornata vincente l’ex di turno, il portiere Courtois. La reazione del Real Madrid non sembra possedere la giusta forza, e anzi nella ripresa è sempre il Chelsea, trascinato da un Kanté monumentale, ad andare più volte vicino al gol della sicurezza. Il raddoppio, in effetti, arriva all’85°: stavolta è Mount a capitalizzare un buon contropiede ispirato da Pulisic, mandando Tuchel e Thiago Silva alla loro seconda finale di fila dopo quella disputata con il PSG lo scorso anno. L’appuntamento per l’ultimo atto della Champions League è dunque fissato per il 29 maggio.

Add Comment