Benevento, così è profondo nero: il Verona passa con Romulo

Anche l’ottava giornata del campionato di Serie A è andata in archivio, fornendoci delle statistiche e delle prove pressoché incontrovertibili. E così, se da un lato della classifica troviamo il Napoli, ancora a punteggio pieno con 24 punti messi in saccoccia, all’estremo opposto c’è invece il povero Benevento, a dir poco incapace di respingere l’infausto destino che sembra averlo colpito: 0 punti per i campani, che hanno perduto tutte le 8 partite fin qui disputate. Persino quelle sulla carta più semplici, contro il Crotone e il Verona, sono andate malissimo.

 

BeneventoÈ una sorta di segnale di resa per il Benevento, che molto difficilmente riuscirà a garantirsi la permanenza nella massima serie italiana. I numeri, come detto poco fa, sono chiarissimi: al di là dei 0 punti, che in qualche modo rappresentano un certificato di impotenza, i campani hanno anche il peggior attacco e la peggior difesa della Serie A, con rispettivamente 2 gol realizzati e addirittura 19 subiti.

 

E così, la gara che idealmente avrebbe potuto trasformarsi in una sorta di rilancio calcistico, si è invece trasformata in una tremenda Caporetto per il Benevento. Il primo atto, tintosi di rosso, ha previsto l’espulsione di Antei, che al 37° minuto ha commesso un intervento tanto brutto quanto scellerato su Valoti. La sanzione da parte del signor Di Bello è stata inevitabile, e da lì in poi la salita per i campani si è fatta ancor più difficoltosa.

 

Inevitabilmente, la situazione è diventata nera nella seconda frazione di gioco: minuto 74, Verde si produce in un contropiede eccezionale, lancia per Romulo che, al volo di prima intenzione, batte un incolpevole Brignoli. È la fine per il Benevento, che pochi minuti più tardi getta alle ortiche una clamorosa occasione con Iemmello per il pareggio, prima del triplice fischio dell’arbitro. Il Verona, così, riesce a respirare, e con questa sua prima vittoria in campionato si porta a quota 6 in classifica.

Add Comment