Atalanta, sei nella storia: Shakhtar annichilito, è agli ottavi di Champions

Serviva una sorta di miracolo sportivo, per far sì che l’ Atalanta, dopo il terribile esordio in Champions League con tre sconfitte consecutive, potesse ancora sperare in un approdo agli ottavi di finale della competizione. Forse anche più di un miracolo. D’altronde, praticamente nessuno, dopo i KO rimediati in successione contro Dinamo Zagabria, Shakhtar Donetsk e Manchester City, avrebbe scommesso un solo centesimo su una qualificazione che a questo punto avrebbe avuto il sapore della leggenda. Eppure, la squadra di Gasperini ce l’ha fatta. La formazione bergamasca, complici gli scarsi risultati ottenuti dallo Shakhtar e dalla Dinamo durante i match di ritorno del girone, era riuscita in qualche modo a riaprire i giochi con un buon pareggio contro il Manchester City. Il resto, come si suol dire, è storia.

 

Atalanta GasperiniEppure va detto che l’ Atalanta non era più padrona del proprio destino, in questa ultima gara del gruppo di Champions League. Per fare in modo che il miracolo diventasse realtà, i bergamaschi erano costretti a battere lo Shakhtar nella complicata trasferta ucraina, e sperare che la Dinamo, in casa, non facesse lo stesso contro un City oramai sazio per la qualificazione già ottenuta.

 

Nonostante tutto l’ Atalanta non si è scoraggiata, neppure dopo il vantaggio ottenuto dalla Dinamo dopo appena 10 minuti. Nel corso della gara, infatti, il City ha completato una grande rimonta grazie alla tripletta di Gabriel Jesus, mentre gli uomini di Gasperini, facendo leva su una condizione fisica a dir poco straripante, nel secondo tempo hanno affondato il malcapitato Shakhtar con un rotondissimo 0 – 3. Il vantaggio, dopo il check del VAR, porta la firma di Castagne. Lo sciocco rosso rimediato da Dodò spalanca definitivamente le porte all’impresa nerazzurra: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Pasalic realizza il raddoppio, mentre, durante i minuti di recupero, Gosens mette la ciliegina sulla proverbiale torta. L’ Atalanta raggiunge così la Juventus e il Napoli agli ottavi di finale.

Add Comment