Atalanta, riparte il sogno Champions ma il genio Ilicic è scomparso

Concluso il campionato di Serie A, l’ Atalanta ha certamente di che sorridere. I bergamaschi hanno confermato quanto di buono costruito nella stagione scorsa, portando a casa un’ottima medaglia di bronzo e, soprattutto, il secondo piazzamento consecutivo in Champions League. Dopo la crisi pandemica, i tanti decessi che hanno colpito la città, e i timori nutriti per mesi, il campo ha perlomeno restituito notizie confortanti. E non è ancora finita, perché Gasperini potrà adesso rituffarsi all’inseguimento della coppa dalle grandi orecchie: contro ogni pronostico l’ Atalanta è ancora in corsa nella massima competizione internazionale, e durante i quarti di finale affronterà un Paris Saint Germain orfano di Mbappè. Ma anche il tecnico nerazzurro non potrà contare su uno dei maggiori artefici della cavalcata europea: Josip Ilicic, un genio che il lungo lockdown ha cancellato.

 

Atalanta GasperiniPrima della chiusura totale dovuta all’emergenza da coronavirus, Ilicic è emerso come uno dei grandi trascinatori dell’ Atalanta. La sua miglior versione di sempre parla chiaro grazie ai numeri: lo sloveno non aveva mai segnato 21 gol in una singola stagione, 4 dei quali giunti nella delicata sfida di Champions League contro il Valencia. Un altro record: nessuno aveva mai siglato una quaterna in una gara a eliminazione diretta della Champions League, peraltro a 32 anni già compiuti. Gasperini, insomma, sperava di affidarsi al suo giocatore principe per affrontare i francesi in un match che potrebbe passare alla storia. Ma alla ripresa delle attività agonistiche, Ilicic è praticamente svanito.

 

Fisicamente sembra che il giocatore stia bene, ma un male invisibile lo avrebbe fagocitato negli ultimi mesi: quello della depressione, come in qualche modo confermato dalla società atalantina che intorno al suo campioncino ha fatto quadrato. Durante la crisi, Ilicic si è riscoperto fragile e sensibile: strazianti le immagini dei morti di Bergamo, una fra le città più colpite al mondo dalla pandemia. Dopo la sconfitta contro l’ Inter per 0 – 2, che ha comunque certificato il terzo posto in Serie A, l’ Atalanta intera ha voluto esprimersi in una sentita dedicata allo sloveno. Che sui social, dal canto suo, ha ringraziato.

Add Comment