Atalanta ok col Leverkusen, Muriel e Malinovskyi vincono il primo round

Muriel e Malinovskyi. Contro i tedeschi del Bayer Leverkusen, la prestazione dell’ Atalanta si riduce quasi interamente ai loro nomi. Due assist e un gol per l’attaccante colombiano, due gol e un assist per il fantasista ucraino. Tre gol in due, e chissà quanti altri sarebbero potuti essere, se il portiere Hradecky non avesse vestito i panni di Superman, limitando il passivo del Leverkusen a soltanto quelle reti. La grande prestazione dell’estremo difensore teutonico tiene a galla il risultato in vista del match di ritorno alla BayArena, quando i ragazzi di Gasperini avranno comunque a disposizione due risultati su tre per conquistare i quarti di Europa League.

 

Atalanta GasperiniAncora in emergenza, priva di Zapata e Ilicic, l’ Atalanta schiera dal primo minuto la coppia Malinovskyi – Muriel, una scelta che pagherà bene. Desideroso di riscattarsi da una stagione deludente, il colombiano si scrolla di dosso la ruggine mettendo a ferro e fuoco la difesa avversaria. Il vantaggio, tuttavia, lo sigla proprio il Leverkusen e quasi a bruciapelo, oltretutto un paio di minuti dopo aver colpito un legno con una grande punizione. La firma è di Charkes Arànguiz, con un bel tiro a fil di palo. La reazione bergamasca è quasi immediata, tanto che in appena due minuti Malinovskyi e Muriel concretizzano una grande rimonta: al 23° l’ucraino riceve un bel pallone in area da Muriel e col mancino lo scaraventa in rete, poco dopo è il numero 9 nerazzurro a realizzare il sorpasso con uno splendido diagonale, proprio su assistenza dello stesso Malinovskyi.

 

Sulle ali dell’entusiasmo la Dea prova a dilagare già nel primo tempo, ma Hradecky respinge almeno quattro occasioni nitide di Zappacosta (due volte), Muriel e Koopmeiners. A inizio ripresa, però, il portiere tedesco nulla può sull’accoppiata Muriel – Malinovskyi, che timbra per la terza volta il cartellino a conferma di una serata di grazia. Le Aspirine sembrano sull’orlo del collasso, Hradecky risale in cattedra sventando in più occasioni il quarto gol dell’ Atalanta. Al 63°, allora, in rimessa il Leverkusen trova il gol che fissa il risultato sul 3 – 2, riaprendo i giochi in vista del ritorno: bravi i tedeschi a sostenere il pressing sul pigro disimpegno della difesa nerazzurra, mentre Diaby finalizza con successo l’occasione.

Add Comment