Apoteosi partenopea: il Napoli abbatte il Liverpool al fotofinish

Avrebbe dovuto essere il girone della morte, e il deludente pareggio cui era incappato all’esordio, contro la modesta compagine della Stella Rossa, pareva poter rappresentare già una pietra tombale, sulle ambizioni del Napoli circa la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League. A maggior ragione, dopo il KO incassato in campionato contro una Juventus capace di dominare a larghi tratti l’incontro. E così, quella che avrebbe dovuto essere un bagno di sangue, nella seconda, complicatissima partita della competizione europea contro i vice campioni del Liverpool, si è invece trasformata in una splendida, irripetibile apoteosi.

 

Napoli HamsikUn Napoli, quello schierato da Carlo Ancelotti, capace di stravolgere qualsiasi aspettativa, e l’avversario con esse. Raramente, in effetti, il Liverpool ha dato l’impressione di poter opporsi allo strapotere fisico del Napoli, semplicemente devastante a centrocampo con un Allan in condizione strepitosa, cui si uniscono le qualità dei vari interpreti d’attacco. Non a caso, a conclusione di un match giocato con grande consapevolezza, è stato Lorenzo Insigne, il campioncino di casa, a firmare il gol valso tre punti fondamentali in ottica girone.

 

Una prestazione davvero incredibile, e che, volendo, propone addirittura un risultato che sta stretto ai padroni di casa. Prima del blitz di Insigne, infatti, i partenopei erano andati vicinissimi al vantaggio in diverse occasioni, ma solo un Alisson quasi insuperabile, ed una traversa di Mertens (occasione nella quale, di nuovo, un impercettibile tocco del portiere brasiliano ha stroncato la gioia personale all’attaccante belga) che ancora grida vendetta, erano riusciti a mantenere il risultato in perfetto equilibrio.

 

Clamorosamente, adesso, il Napoli si ritrova in testa al proprio girone con 4 punti. In seconda posizione, ex aequo, troviamo invece il Liverpool ed il Paris Saint Germain, entrambe con 3 punti. Fanalino di coda, invece, la Stella Rossa di Belgrado, con 1 punti, unico team che sembra essere effettivamente tagliato fuori da ogni possibile miracolo.

Add Comment