Il Milan naufraga all’Olimpico, la Lazio passeggia sui rossoneri

E alla fine, per il Milan di nuovo corso, è arrivata la prima batosta stagionale. I rossoneri, che avevano inaugurato la loro annata tra mille entusiasmi grazie ad una sorprendente serie di vittorie e a pochissimi gol subiti, sono stati letteralmente polverizzati da una squadra ben più rodata come la Lazio, che con Simone Inzaghi in panchina pare aver raggiunto la propria dimensione. Il club lombardo, chiamato al banco di prova contro un club, come detto, sicuramente più quotato rispetto alle avversarie affrontate dagli uomini di Montella nelle scorse settimane, è uscito a pezzi dallo Stadio Olimpico di Roma, dove il grande protagonista è stato uno straripante Ciro Immobile.

 

MilanEffettivamente Immobile sarà una figura ricorrente, con ogni probabilità, degli incubi del Milan nel corso dei prossimi giorni. Il bomber napoletano, a coronamento di una prestazione monstre, ha realizzato una tripletta clamorosa, regalando poi l’assist per il quarto gol della Lazio, firmato nell’occasione dallo spagnolo Luis Alberto.

 

Una performance davvero incredibile quella di Immobile, che festeggia al meglio un avvio di stagione molto importante: tra Supercoppa, Serie A e Nazionale, l’attaccante ha già realizzato 7 marcature in sole 6 presenze, un bottino che potrebbe essere ulteriormente incrementato nel corso delle prossime giornate. Ma è stata tutta la Lazio a ben figurare, per oltre un’ora di gioco, mentre il Milan era in balia delle scorribande dei biancocelesti.

 

A nulla sono serviti i cambi apportati da Montella nel secondo tempo, dove il risultato è stato reso meno amaro dal gol della bandiera firmato da Riccardo Montolivo. Una prova terribile, soprattutto per Lucas Biglia, accolto nel peggiore dei modi dai suoi ex tifosi, peraltro alla sua prima da titolare. E sui social, ovviamente, meme e sfottò si sprecano, dal “passiamo alle cose inFOURmali” (con il gioco di parole tra “formali” e “four”, che in inglese significa “quattro”) alle immagini di uno spaesato Bonucci, orfano degli esperti ex compagni Barzagli e Chiellini.

Add Comment