Un’ Italia mediocre supera l’ Albania, ai playoff da testa di serie

Si è conclusa pochi minuti fa l’ultima sfida del girone di qualificazione per i campionati mondiali di Russia 2018 nel quale era inclusa anche la nostra Italia. E gli Azzurri, a conferma del periodo abulico, ancora una volta hanno offerto una prova mediocre, mettendo in campo tanta paura. Alla fine, tuttavia, è arrivata una vittoria preziosa, benché parecchio risicata, che consente alla nostra Nazionale di approdare agli spareggi da testa di serie.

 

Italia VenturaSenza alcuna sorpresa rispetto a quelli che erano i pronostici della vigilia, il commissario tecnico Gian Piero Ventura è tornato a schierare la sua Italia con il tanto caro modulo del 4-2-4, che ancora una volta non ha fornito chissà quali garanzie. Anche la scelta degli uomini ha rispecchiato esattamente le previsioni iniziali: Buffon tra i pali, mentre Bonucci e Chiellini hanno composto l’accoppiata centrale difensiva. Darmian è stato spostato all’originario ruolo di terzino destro, mentre sulla corsia mancina Ventura ha conferito nuova fiducia a Spinazzola. Parolo e Gagliardini hanno formato la linea di mediana, poi nel quartetto offensivo largo a Candreva, Eder, Immobile e Insigne.

 

Un’ Italia mediocre, dicevamo, che fatica a costruire delle buone occasioni, tanto che il primo tempo viene chiuso in affanno con praticamente nessun tiro verso lo specchio della porta avversaria. Anzi, dalle parti di Buffon si soffre pure qualche pericolo, un po’ per la determinazione dell’Albania, che fra le mura amiche di Scutari vuole offrire una buona prestazione ai propri spettatori, e un po’ per vari svarioni difensivi, tra i quali quelli del “solito” Bonucci, ancora alla ricerca delle certezze perdute.

 

E così, complice un errore degli avversari, alla fine è Candreva, al 73° minuto, a realizzare il gol partita a due passi. L’ Italia dunque conquista almeno i playoff da testa di serie, e attende adesso la Nazionale che dovrà affrontare nel prossimo novembre, per sperare di andare in Russia. E magari, con un pizzico di convinzione in più.

Add Comment