Russia 2018: crisi azzurra, contro l’Albania l’ Italia non può più sbagliare

Il de profundis azzurro non è ancora giunto, e, Dio ce ne scampi, si spera possa non arrivare mai. Ma la gara giocata contro Macedonia, presumibilmente, ha rappresentato il punto più basso che l’ Italia del pallone sia riuscita a toccare, dai mondiali brasiliani a oggi. Contro un avversario estremamente modesto, già eliminato da tempo e infarcito di giocatori del livello della nostra Serie B, gli uomini di Ventura non sono riusciti ad andare oltre un brutto pareggio, che per molti ha assunto più le vesti di una sconfitta: non nel risultato magari, dal momento che un punto è sempre meglio di niente, ma certamente da un punto di vista mentale e sportivo.

 

Italia VenturaContro la Macedonia, in effetti, si potrebbe quasi dire che, facendo un facile gioco di parole, l’ Italia sia riuscita ad arrivare alla frutta: una brutta prestazione, un gioco pressoché inesistente, ed una preoccupante inconsistenza in zona d’attacco contro un avversario sulla carta molto più debole. Basti pensare che il gol azzurro è stato realizzato da Chiellini, un difensore, e che gli Azzurri, in tutto il match, abbiano prodotto appena due tiri in porta (incluso il gol): due soltanto, peraltro nel solo primo tempo.

 

Contro l’Albania, adesso, servirà per forza un rilancio: un po’ perché, visto che si dovranno affrontare gli spareggi per i mondiali, perlomeno sarà meglio rientrare tra le quattro teste di serie, evitando dunque avversari più temibili come il Portogallo. E in seconda battuta perché è assolutamente necessario che l’ Italia recuperi un po’ di fiducia in se stessa, tornando ad essere più la nazionale quattro volte iridata che quella eliminata ignominiosamente dagli ultimi due mondiali.

 

Anche perché va bene andare in Russia, ma bisogna arrivarci anche con un minimo di convinzione e di ambizione: altrimenti, se bisogna assistere ad una prova imbarazzante, come quella vista a Torino contro Macedonia, forse è meglio restare a casa, a guardare gli altri giocare dal proprio televisore.

Add Comment